Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Tokyo Sento Festival

A Tokyo il Sento Festival

Fino al 5 settembre si tiene una mostra in 500 bagni pubblici di Tokyo. Un modo per collegare le persone all'arte, anche nei momenti di relax

Sei un grande appassionato di Arte e Cultura? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico?

Caro iCrewer, avresti mai immaginato di poter vedere una mostra nei bagni pubblici? A Tokyo è possibile! Ma non immaginare i classici bagni pubblici, qui si parla di Sento. E l’evento di cui ti parlerò è il Tokyo Sento Festival.

I Sento sono i bagni pubblici nipponici, dove è possibile lavarsi e socializzare. Si distinguono dagli Onsen, che sono sorgenti termali di origine vulcanica. I sento sono suddivisi in due ambienti: un vano che contiene il lavabo e uno dove si trova la vasca. Solitamente, accanto alla vasca si trova uno sgabello e una doccetta o comunque dell’acqua per lavarsi prima di entrare nella vasca.

È facile riconoscere un sento, perché hanno un lungo comignolo da dove fuoriesce il vapore. Se volete immergervi in questa pratica tutta nipponica, dovete far attenzione a non sbagliare ingresso. Davanti i sento è presente una tenda corta, se di colore blu il sento è per gli uomini, se di colore rosso è riservato alle donne.

I bagni pubblici esistono dal periodo Edo (1603-1867) e hanno avuto una forte influenza sulla cultura popolare. I sento sono serviti come centri comunitari dove i vicini possono aggiornarsi sulle notizie locali e scambiarsi piccole chiacchiere, oltre a godersi un rilassante bagno in vasche spaziose.

Ma entriamo dentro il Tokyo Sento Festival.

Tokyo Sento Festival: l’arte contemporanea nei sento

Tokyo Sento Festival 2020 è un evento organizzato congiuntamente dal Tokyo Metropolitan Government e dall’Arts Council Tokyo della Tokyo Metropolitan Foundation for History and Culture, come uno dei “Tokyo Tokyo Festival Special 13”, che sono 13 progetti selezionati tra i candidati.

L’evento si svolgerà in circa 500 stabilimenti balneari pubblici in tutta Tokyo fino al 5 settembre 2021, con un progetto artistico sento, una raccolta di timbri e altro. Questo evento era originariamente previsto per il 2020 ma è stato posticipato a causa delle contromisure per il Coronavirus.

I sento coinvolti nell’iniziativa artistica saranno contrassegnati e ben riconoscibili. Saranno decorati all’esterno con tende speciali noren e bandiere decorative disegnate dall’artista Mari Yamazaki, autrice del celebre manga Thermae Romae.

Tokyo sento Festival

Solitamente all’interno di un bagno pubblico troviamo la rappresentazione del Monte Fuji, per il Sento Festival qualcosa cambia. Diversi stili e grandi artisti invadono le pareti dei bagni pubblici.

Per il Festival sono stati commissionati diversi artisti, mangaka e designer contemporanei per la realizzazione di nuovi murali, dando così vita a una inusuale e affascinante mostra a tappe che porta i visitatori a scoprire e a immergersi nelle atmosfere dei sento.

Gli artisti che hanno realizzato i murales all’interno dei bagno sono: Ichio Otsuka, Takeru Aoki, Kiyomi Hoshi, Daijiro Ohara e Mari Yamazaki.

Quattro artisti con quattro stili differenti. Ichio Otsuka, responsabile della direzione artistica del programma per bambini di NHK E-Tele “Miitsuketa!”, ha riprodotto un bagno pubblico con il popolare personaggio Offroski e i personaggi di “Miitsuketa!”.

Takeru Aoki, attraverso la Earl Brut, un’arte basata su metodi e idee unici che non sono vincolati da espressioni stabilite, esprime la ricchezza che deriva dal connettere insieme le persone. Con lui collabora l’artista Kiyomi Hoshi.

L’opera del grafico Daijiro Ohara è una perfetta unione tra pittura e tipografia presente nei bagni pubblici nipponici.

La mangaka Mari Yamazaki ha rappresentato un giorno nell’antica Grecia, ripreso dal manga Thermae Romae.

Sono occasioni che si presentano raramente a noi occidentali, ma sarebbe bello poter vivere l’esperienza di un bagno nei sento. Per chi riuscirà ad andare, si raccomanda il massimo rispetto del luogo e delle regole. Purtroppo, ho una brutta notizia per chi è tatuato: non sono ammessi nei bagni pubblici, perché i tatuaggi sono associati alla mafia giapponese, la Yakuza.

Spero che il Tokyo Sento Festival abbia un seguito, perché rappresentativo di un’occasione molto partiolare: vivere l’esperienza del Sento circondati dall’arte.

Sei mai entrato in un sento? Ci entreresti mai? Lascia un commento
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0