Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Battiato

Mentre “attraversa il bardo” il progetto del monastero buddista voluto da Battiato diverrà realtà

Da tempo avvicinatosi alla religione buddista, Battiato sollecitò il comune di Pisa per la sua realizzazione

Battiato e il monastero buddista, che nesso c’ è? Da anni ormai l’ artista, pur non discostandosi dalla religione cristiana, si era avvicinato alla mentalità e spiritualità della religione buddista, una comunità che ha cercato di dare risposte alle sue domande esistenziali da sempre esistite, sin da piccolo, e che gli ha fatto vedere la vita sotto un altro punto di vista.

Fu lui stesso a sollecitare il comune di Pisa per la realizzazione del monastero buddista “che avrebbe dato lustro al comune”, e così dopo anni di progetti, il comune Santa Luce ha approvato la realizzazione del monastero nell’ ex cava di Poggio la Penna, facendo così nascere una realtà buddista in Toscana.

Battiato

E mentre attraversa il bardo, il cantante forse non è poi tanto ignaro di ciò che sta accadendo, o forse ci piace pensare che abbia proprio lui contribuito a ciò e che dopo aver scoperto finalmente la realtà, le risposte della vita, della creazione, dopo essere arrivato ad uno stato di consapevolezza superiore, ora si stia preparando alla sua reincarnazione prossima.

La lettera di Battiato per il progetto del monastero buddista

L’ artista già nel 2012 inviò una lettera alla sindaca Giamila Carli scrivendo:

“L’Istituto Lama Tzong Khapa, comunità spirituale fondata anche da laici, sta richiamando attorno a sé un interesse sempre più crescente. Il futuro monastero, che dovrebbe essere costruito su una roccia, come i monasteri del Tibet, è un progetto indipendente, di elevato livello architettonico, semplice e rigoroso. Darebbe, oltretutto, un notevole contributo al recupero ambientale. La prego di prendere in considerazione il mio consiglio: potrebbe portare lustro internazionale al suo comune, che ha un nome predestinato, e all’Italia”.

Battiato scrisse la lettera come “consiglio” per il comune e la comunità, una costruzione che avrebbe anche dato valore all’ ex cava abbandonata e al comune, un esempio di valorizzazione e tutela.

Battiato

Da tempo era legato amichevolmente e frequentava l’ istituto Lama Tzong Khapa, dove è presente una comunità buddista da ormai 40 anni a Pomaia, nel comune di Santa Luce a Pisa, un luogo più volte visitato dal Dalai Lama.

Battiato stesso si era recato insieme ai monaci amici del Lama Tzong Khapa e all’ amico del Shanga Onlus, Massimo Stordi, nel posto individuato per un sopralluogo.

Battiato

L’ ambiente risultò adatto per far nascere il monastero buddista, su un sito scosceso e roccioso proprio come gli antichi monasteri tibetani e circondato dal verde per la realizzazione anche del Parco della Contemplazione, un parco, immerso nel silenzio per dedicarsi alla meditazione e alla natura, importante per la rivalutazione ambientale e fondamentale per la comunità buddista che presta reale attenzione al paesaggio e al rispetto della natura.

Battiato

“Attraversando il bardo” il docufilm di Battiato

Battiato comunicò la sua visione spirituale buddista già con il docufilm da lui creato intitolato “Attraversando il bardo” dove spiega la spiritualità ed il credo dei monaci buddisti sulla vita e sulla morte, quest’ultima non vista come la fine di tutto ma la scoperta della verità del tutto e la nuova vita che porterà alla reincarnazione. Rinascere aspirando sempre ad un livello spirituale superiore.

Battiato

Una visione completamente quasi diversa dalla religione cristiana, nonostante l’artista in una sua canzone affermò che anche “Gesù parla di reincarnazione”, una frase che creò polemiche e che Battiato la giustificò nel dire “io dico cose vere, cose scritte nel Vangelo, non le invento”.

Il “bardo” è quello stato di trapasso tra la vita e la morte, lo stato dove si ha consapevolezza di tutto ciò che ci è intorno. I monaci buddisti e chi segue la spiritualità buddista si preparano all’ arrivo della morte (nuova vita) da sempre, per poter superare al meglio questo passaggio non vedendola con terrore ma come opportunità.

Battiato

Ringraziando il maestro per il suo operato in questo mondo, per aver fatto della sua arte un mezzo di comunicazione, di crescita culturale, di informazione, divulgazione, di liberazione, aspettiamo con ansia di vedere il monastero finalmente realizzato con la speranza che il suo esempio continui nei secoli e venga assorbito.

Cosa ne pensi di Battiato e della sua apertura spirituale? Non credi che ciò gli abbia fatto riconoscere il senso profondo della vita che ha poi trascritto nelle sue canzoni? Parliamone insieme.
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Giorgio Alessandro Ferrari
Giorgio Alessandro Ferrari
1 mese fa

Un altro monastero a Pisa. C’ è già Pomaia vicino Pisa. Era da farsi in Sicilia ! Mi pare una scelta errata

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1