0

Intervista a Paolo Nani, attore e regista teatrale

Paolo Nani, attore di fama internazionale, racconta della sua arte

Caro ICrewer, sono lieta di mostrarti la mia intervista a Paolo Nani.

Paolo, classe 1956,  è un attore e regista di teatro di fama internazionale.

Nasce a Ferrara l’8 novembre del ’56. Nel ’78 si unisce alla compagnia Teatro Nucleo diretta da Cora Herrendorf e Horacio Czertok, con la quale inizierà a fare teatro politico e a studiare sul lavoro dell’attore. Con la compagnia girerà tutta l’Europa.

Nel 1990 si trasferisce in Danimarca, dove tutt’oggi vive. Si unisce poi a  il Teatret Cantabile 2 diretto da Nullo Facchini, lavorando in Stumfugle che vincerà il Primo Premio al Festival Impulse ´92, in Germania; si esibirà poi in Helvede di ispirazione dantesca che verrà premiato nel ’93 dall’Associazione Critici Danesi.

Nel 1995 fonda una propria compagnia: la Paolo Nani Teater.

Tra i suoi spettacoli più famosi troviamo certamente:

  • La Letteracon il quale ha girato il mondo, che è ancora in cartellone in alcuni paesi [vedi video-intervista] e che ha vinto il Primo Premio United Slapstick – The European Comedy Award, il Frankfurt a.m. 1994 e il Primo Premio Roner SurPris 2005 – Carambolage, Bolzano;
  • Jekyll & Hide;
  • L’arte di morirecon il quale viene nominato per il Premio Årets Reumert.

Il Tetro di Nani è un teatro “per la gente” [cit], fatto per “unire e non per dividere”[cit], prevalentemente muto, un teatro  che si può definire“clownesco“, che non conosce la barriera della parola e che per questo, ha sfondato i confini europei.

Spero quindi che tu possa apprezzare, come ho apprezzato io, il garbo, l’ironia e la generosità con cui questo grande artista ha risposto alle mie domande… buona visione!

Hai visto l’intervista? Che ne pensi? Lascia un commento!

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Hai visto l’intervista? Che ne pensi? Lascia un commento!
1+