Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Istituzione Bologna Musei: gli eventi nel periodo di Ferragosto parte 1

L' Istituzione Bologna Musei ha organizzato tante mostre ed eventi per il periodo di Ferragosto

Sei un grande appassionato di Arte e Cultura? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico?

L’Istituzione Bologna Musei anche per quest’anno offre un calendario ricco di eventi che si snoda in varie sedi e abbraccia il periodo che va dal 13 al 26 Agosto.

Tra gli eventi organizzati vi sono le collezioni permanenti, le mostre temporanee, i concerti, le manifestazioni all’aperto e le attività di educazione e mediazione.

Innanzitutto è importante specificare che, dal giorno 6 Agosto 2021, per accedere a questi luoghi della cultura è obbligatorio essere in possesso del Green Pass, così come stabilito dal Governo italiano. È necessario esibire il Green Pass anche per quanto riguarda le manifestazioni all’aperto.

Resteranno, inoltre, in vigore tutte le misure anticovid già prese precedentemente.

Istituzione Bologna Musei: le sedi aperte e gli eventi

Ci sono davvero tanti Musei Civici aperti il giorno di Ferragosto a Bologna, tra cui ricordiamo il MAMbo, Casa Morandi, il Museo internazionale e biblioteca della musica e il Museo Civico Archeologico.

Oltre a questi vi sono tantissime mostre temporanee che potranno essere visitate da tutti durante la giornata del 15 Agosto.

Tra queste vi sono:

  • “..che mi fa sovvenir del mondo antico”. Archeologia e Divina Commedia al
    Museo Civico Archeologico, una mostra che sarà visitabile fino al 1 Novembre del corrente anno. Questa è dedicata a Dante Alighieri ed è stata realizzata in occasione dei 700 anni della morte del sommo poeta. Attraverso vari materiali di estrazione archeologica vengono analizzati personaggi e tradizioni del mondo antico rielaborati in chiave cristiana, grazie ai quali è stato possibile effettuare una ricostruzione dell’Aldilà della Divina Commedia;

Istituzione Bologna Musei

  • Sekhmet, la Potente. Una leonessa in città sempre al Museo Civico Archeologico che sarà visitabile fino al 31 dicembre 2023. Il Museo Egizio di Torino ha prestato uno dei suoi capolavori più rappresentativi al Museo Archeologico: si tratta di una statua colossale di Sekhmet, la dea egizia con testa di leonessa e corpo di donna. Sekhmet significa “la Potente”, ed infatti lei era la signora del caos, della guerra e delle epidemie, per questo motivo il popolo egiziano cercava sempre di mantenerla tranquilla effettuando sacrifici e riti in suo favore. Una mostra davvero innovativa ed interessante;
  • Dante e la miniatura a Bologna al tempo di Oderisi da Gubbio e Franco Bolognese
    al Museo Civico Medievale. Il Museo presenta in mostra 14 codici miniati databili tra la seconda metà del XIII e inizi del XIV secolo, già parte della collezione permanente del luogo. L’evento sottolinea il forte legame che Dante aveva con la città di Bologna e con il mondo delle arti figurative;
  • Maurizio Donzelli. In nuce al Museo Civico Medievale, una mostra che sarà visitabile fino al 7 novembre 2021. Questa è una personale site-specific dell’artista Maurizio Donzelli (nato a Brescia nel 1958) che si pone in dialogo con le opere e gli ambienti del Museo Civico Medievale di Bologna: un percorso che invita lo spettatore alla scoperta delle relazioni tra i preziosi manufatti e le imponenti architetture del museo, oltre che tra i vari lavori dell’artista, che vanno dagli Arazzi ai Mirrors, dai Disegni del Quasi ai recenti monocromi sull’oro, fino alla presentazione della nuova serie pittorica dei Notturni, ancora inediti. Vi sono, inoltre, le opere di grande formato su supporto cartaceo che ricordano le mappe celesti ispirate chiaramente ai disegni di Cartesio sui magneti, i quali sono le metafore visuali delle analogie fra le varie cose del mondo.

Istituzione Bologna Musei

Il titolo della mostra, In nuce, sottolinea come le opere di Donzelli contengano al loro interno un racconto visuale che può essere sviluppato in direzioni infinite.

È una narrazione capace di unire linguaggi e forme di tempi e geografie totalmente differenti. Vi è un dialogo molto forte con il passato e con le sue iconografie, alle quali l’opera dell’artista si ispira.

Le mostre temporanee nell’ambito di Istituzione Bologna Musei sono davvero tante, per questo la descrizione di esse continuerà nel prossimo articolo!

Per ulterioriori informazioni consultare il sito dell’ Istituzione Bologna Musei al seguente link: http://www.museibologna.it/ .

E tu sarai a Bologna nella settimana di Ferragosto? Quale di queste interessantissime mostre andrai a visitare?
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0