0

0

L’estate rock del Blasco da Firenze a Imola

Vasco Rossi apre a Firenze il NonStopFestival 2020

0

0

iCrewPlay ti consiglia

Tabella dei Contenuti
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Sarà il celebre rocker Vasco Rossi ad aprire il Firenze Rocks 2020 con un concerto in programma il 10 giugno alla Visarno Arena delle Cascine. Ad annunciarlo è stato lo stesso cantautore su i suoi canali social. Successivamente il Blasco si esibirà il 15 giugno a Milano, 19 giugno a Roma e 26 giugno a Imola. Numerosissimi i fans del Kom che attendevano le date del tour. Sarà presente in scaletta l’ultimo singolo del cantautore uscito il 25 ottobre scorso, Se ti potessi dire brano autobiografico non che una sorta di bilancio esistenziale del rocker di Zocca. Il brano infatti racconta vicende ed “errori” vissuti in prima persona da Vasco: “… le rivivrei esattamente così”.

Biografia

Vasco Rossi, noto anche con gli appellativi: Blasco e Komandante, è un cantautore italiano, considerato la più grande rockstar di tutti i tempi. ha pubblicato 37 album dall’inizio della sua carriera (1977) di cui 17 album in studio, 12 album dal vivo, 5 raccolte ufficiali, un opera audiovisiva e ha pubblicato complessivamente 180 canzoni. Ha venduto quasi 40 milioni di dischi diventando uno degli artisti italiani di maggior successo negli ultimi anni. Detiene il record mondiale di spettatori paganti in un solo concerto.

Il 1975 è un anno storico per la sua formazione, fonda a Zocca la prima radio libera: Punto Radio. Durante questo periodo ha la possibilità di conoscere persone che si riveleranno importanti per la sua carriera: Gaetano Curreri (leader degli Stadio) Maurizio Solieri e Massimo Riva. Sotto la spinta dei suoi amici, incide nel 1977 il suo primo quarantacinque giri contenente i celebri brani: Jenny e Silvia. L’anno successivo pubblica l’album “Ma cosa vuoi che sia una canzone” distribuito solo in Emilia Romagna. Il successo per il rocker di Zocca inizia ad arrivare con la pubblicazione del quarto album: “Siamo solo noi” (1981) e considerato ancora oggi uno dei capolavori di Vasco Rossi. L’ascesa al successo continua e trionfa al Festivalbar del 1983 con la canzone “bollicine” che da il nome al suo sesto album. L’anno successivo esce la prima raccolta dal vivo: “va bene, va bene così” che resterà in classifica per 33 settimane, nello stesso anno però, il rocker viene fermato in una discoteca a Bologna e arrestato. Nonostante ciò il rocker saprà “rinascere” e lo fa con l’album: “c’è chi dice no” nel 1987. Il successo continua a crescere con “gli spari sopra” (1993) vincendo 10 dischi di platino, record ad oggi imbattuto. Vasco Rossi è considerata la rockstar della musica italiana contemporanea e dal 2001, i suoi concerti diventano produzioni ed i suoi album sono un gran successo. Di stadio in stadio il Blasco raduna milioni di fan.

2017: i quarant’anni di carriera e il Modena Park

Durante la promozione dei concerti allo stadio Olimpico di Roma, Vasco annuncia il concerto – evento Modena Park 2017 che si è tenuto al parco Enzo Ferrari di Modena il 1 luglio del 2017 per celebrare i suoi quarant’anni di carriera. Con oltre 220.000 biglietti venduti, la rockstar ottiene il record mondiale di spettatori paganti per un singolo concerto. Definite le date del NonStopFestival 2020, il rocker di Zocca di “andare in pensione” non ne vuole affatto sapere.

Quanto ti emozionano le canzoni del Blasco così veritiere e piene di vita vissuta? Hai già prenotato il tuo biglietto per il tour 2020? Quale brano ti emoziona maggiormente?
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero. Commenta!x
()
x