0

0

Mufant: rimandata a settembre la “magia del cristallo di luna”

Contro il Covid19, anche il "potere del cristallo di luna" è risultato inefficace. La rassegna programmata per giugno è stata posticipata a fine estate e al MUFANT hanno già una data: 19 Settembre

Sailor Moon Mufant

iCrewPlay ti consiglia

Tabella dei Contenuti
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Un nuovo spazio espositivo all’aperto e complice la bella stagione, avrebbe dovuto avere un grande ruolo al MUFANT di Torino; era stato tutto pianificato per accogliere Sailor Moon e la “magia del cristallo di luna” già all’inizio dell’estate, ma il lockdown ha scombussolato i piani anche alla combattente vestita da marinaretta che nulla ha potuto contro questa sorta di “alter ego” dell’ugualmente temibile Dark Kingdom.

Mufant: museo lab del fantastico e della fantascienza

La data indicata è quella del 19 settembre, quando all’interno della rassegna Festival Loving The Alien, una tre giorni da vivere prevalentemente all’aperto che rende protagonista il parzialmente riqualificato piazzale antistante il Mufant, tutto all’insegna e dedicato totalmente al mondo del fantastico, dove le tematiche si svilupperanno tra fantascienza, fantasy ed Horror, prenderà forma l’evento dedicato a Sailor Moon.

Solo qualche mese d’attesa ancora per grandi e piccini, appassionati del genere o semplicemente nostalgici.

Un grande momento di intrattenimento che nel suo prendere vita non tralascia importanti aspetti socio-ambientali, tra cui quello di calarsi pienamente, quasi a fondersi, nell’ambiente circostante: un tutt’uno tra sogno e realtà.

Grazie anche alla necessità di un grande spazio espositivo all’aperto, il piazzale antistante il MUFANT è stato gradualmente riqualificato, da mero ed insignificante spazio suburbano ad ampia zona perfettamente fruibile, che al momento ospita una serie di statue raffiguranti tra gli altri “Capitan Harlock“, “Frankenstein”, un “Lupo Mannaro” e dal 22 Febbraio u.s. anche la fisionomia di “Sailor Moon“, in prospettiva dell’evento preannunciato e rimandato, del quale abbiamo indicato la data di apertura posticipata al 19 settembre prossimo.

Tutto questo si colloca all’interno di un più ampio progetto sperimentale dal nome “co-city“, nato da un’idea del comune di Torino che promuove la gestione condivisa degli spazi comuni pubblici nel tentativo di stimolare il coinvolgimento di tutti nella presentazione e successiva gestione dei progetti presentati, i quali lo ricordiamo, possono essere patrocinati e portati avanti da chiunque abbia un’idea o semplicemente una concreta voglia di fare.

Il Mufant ha accolto a piene mani questa possibilità, impegnandosi, in collaborazione con associazioni del territorio e privati cittadini desiderosi di dare forma alle loro idee per una realizzazione di prossimità, alla riqualificazione dell’ampio spazio antistante l’ingresso, attraverso la già citata collocazione di statue raffiguranti Anime, realizzate con la collaborazione dell’associazione italiana degli architetti del paesaggio che ne ha curato per tutte il design.

A completamento del progetto anche la piantumazione di circa cinquanta nuove piante che contribuiranno ad armonizzare l’arredo urbano, sottolineando così anche l’aspetto eco-bio del progetto, in quello che precedentemente era un parcheggio di periferia fine a se stesso.

Ci sarà tanto spazio per sapere o tornare a riscoprire tutto su Sailor Moon

L’idea di proporre una retrospettiva su Sailor Moon all’interno del Festival Loving The Alien, nasce proprio dal contesto di sviluppo del progetto Go-City, quando per l’esigenza di scegliere un personaggio da collocare nello spazio antistante il museo, la direzione del Mufant ha voluto proporre un sondaggio al fine di stabilire quale fosse il personaggio più amato tra Goldrake e Sailor Moon; quest’ultima ha totalizzato ben 23 mila contatti, di fatto aggiudicandosi un posto nel parcheggio!

Da qui l’idea di creare uno spazio espositivo improntando l’evento su ciò che è stato pubblicato in Italia su Sailor Moon, si parlerà dei 25 anni della sua storia di Anime, della sua figura femminile, delle sue compagne e della censura iniziale  che nel tempo si è ammorbidita; un focus a tutto tondo su questa che a ragione è considerata un’icona e che non mancherà di offrire spunti per interrogarsi su quale ruolo abbia ancora Sailor Moon trascorsi tanti anni dal suo debutto.

Fantascienza, inclusione sociale e urbanistica, ce ne sarà per tutti i gusti dal 19 settembre al 10 gennaio 2021.

Sailor Moon Mufant
Cosa faresti se potessi usare per tre volte i poteri del cristallo di luna? Sui professori non vale!
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero. Commenta!x
()
x