Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Rijksmuseum

Al Rijksmuseum una mostra che presenta la ritrattistica Rinascimentale

La mostra intitolata "Remember me" sarà visitabile dal 1 ottobre 2021

Sei un grande appassionato di Arte e Cultura? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico?

Dal 1 ottobre 2021 al 16 gennaio 2022 sarà possibile visitare la mostra al Rijksmuseum ad Amsterdam intitolata “Remember me” dove protagonisti saranno i ritratti del Rinascimento, il secolo della bellezza artistica e culturale, con 100 capolavori degli artisti rinascimentali più in voga.

Rijksmuseum

I protagonisti della mostra saranno gli artisti rinascimentali presentati dalle loro opere ritrattistiche come Antonello da Messina, Lorenzo Lotto, Paolo Veronese, Petrus Christus, Dürer e tanti altri, grazie ai prestiti di opere che provengono dal Kunstmuseum di Basilea, dalla National Gallery di Londra, dal Museo del Prado di Madrid, da Palazzo Madama a Torino e dalla National Gallery of Art di Washington.

Quella del Rijksmuseum  sarà una delle più importanti mostre che si siano mai presentate nei Paesi Bassi che parlerà del Rinascimento.

“Remember me” al Rijksmuseum

La ritrattistica ebbe proprio il suo exploit nel Rinascimento, epoca nella quale personaggi importanti delle grandi casate iniziarono ad avere la necessità di essere ritratti per sottolineare il loro potere nobiliare ed essere ricordati nei secoli.

Successivamente la ritrattistica divenne più accessibile ed a commissionare ritratti non furono soltanto famosi personaggi delle casate nobiliari ma anche semplici persone che volevano anche loro “essere ricordate”.

Rijksmuseum
Petrus Christus “Ritratto di Fanciulla”

Ciò che veniva risaltato era l’ apparenza e non l’ essenza. Un pò come le nostre foto “filtrate”, sono gli autoritratti del nostro secolo ma velati, appariamo per ciò che vogliamo far vedere non per quello che siamo realmente.

Così anche all’ epoca del ritratto le persone tenevano nel farsi ritrarre nel miglior modo possibile dagli artisti in voga, i quali seguivano linee guida di base come lo sfondo solitamente paesaggistico sul quale si andava ad inserire centralmente di profilo, a tre quarti o frontalmente in primo piano il volto a mezzo busto del committente, con le varie simbologie, espressioni del viso.

Lo abbiamo appreso per esempio in uno dei film-documentari di un noto artista conosciuto da tutti noi come Leonardo Da Vinci, il quale era solito realizzare ritratti in base all’ anima della persona. Voleva conoscere la persona in tutte le sue sfaccettature prima di ritrarla per rappresentarla al meglio. Non tutti ovviamente erano così dediti alla loro arte.

Questi ritratti venivano realizzati per uno scopo ben preciso ed è ciò che il Rijksmuseum ha voluto risaltare, il bisogno, la voglia umana di essere ricordati.  “Non ti scordar di me”, ritratti di artisti famosi del Rinascimento, ritratti che parlano, che raccontano.

Opere al Rijksmuseum

Rijksmuseum
Antonello da Messina “Ritratto d’ uomo”

“Remember me” esporrà valorose opere come il Ritratto di fanciulla di Petrus Christus che per la prima volta lascerà il museo di Berlino per essere esposta al Rijksmuseum.

Antonello da Messina con il suo capolavoro Ritratto d’ uomo, un capolavoro di influenze fiamminghe, importante per la rappresentazione di un uomo della costumanza quattrocentesca e dal fondo nero che non solo risalta la figura ma accenna ad un simbolismo dell’ uomo che è assorto nel vuoto dei suoi pensieri.

il Rijksmuseum ospiterà anche il monumento funerario di Isabella di Borbone (Jan Borman II e Renier van Thienen, 1475-76) della Cattedrale di Nostra Signora di Anversa che verrà esposto insieme ai Pleuranti del Rijksmuseum.

E poi Albrecht Dürer con due ritratti: il Ritratto di uomo africano e il Ritratto di giovane donna dai capelli sciolti in preghiera. Importante è anche l’ autoritratto di Sofonisba Anguissola (circa 1556) del Muzeum-Zamek w Lancucie in Lancut.

Rijksmuseum
Dürer “Ritratto di fanciulla con i capelli sciolti in preghiera”

Come ogni mostra vuole, “Remember me” al Rijksmuseum sarà accompagnata da un catalogo che riunisce tutte le opere presenti con dettagli ed informazioni, pubblicato in olandese ed inglese.

Tutta la progettazione grafica della mostra come anche quella del catalogo è stata curata da Irma Boom mentre l’ allestimento da Jean Michel Wilmotte.

Non è mancato il supporto di Ammodo, del Circolo Internazionale del Rijksmuseum e dell’Agenzia del Patrimonio Culturale del Ministero dell’Educazione, della Cultura e della Scienza che ha reso possibile la realizzazione di tale esposizione internazionale con i capolavori del Rinascimento provenienti da tutto il mondo.

Info per la prenotazione nella pagina ufficiale del Rijksmuseum: https://www.rijksmuseum.nl/en

Ti piacerebbe visitare la mostra con i capolavori della ritrattistica rinascimentale?
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Cleto Munari

4 ore fa

Cristina Milano

20 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0