Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Vimercati

Vimercati – Morandi. Ripetizioni differenti : la grande mostra alla Casa Morandi di Bologna

Una mostra che mette in parallelo l'attività di Vimercati e di Morandi nel panorama di Art City Bologna

Sei un grande appassionato di Arte e Cultura? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico?

Vimercati – Morandi. Ripetizioni differenti è la nuova mostra che viene ospitata presso Casa Morandi a Bologna. Questa è stata promossa dall’Istituzione Bologna Musei, dal Museo Morandi in collaborazione con l’Archivio Franco Vimercati e dalla Galleria Raffaella Cortese, ed è stata curata da Lorenzo Balbi.

L’idea di questa mostra è nata dal fatto che spesso l’arte del fotografo Franco Vimercati (1940-2001) è stata accostata a quella del pittore e incisore Giorgio Morandi, il che è molto singolare dato che i due artisti si sono espressi con mezzi artistici completamente diversi. Ciò che più di tutto ha accomunato i due grandi artisti è stato il continuo interrogare oggetti comuni prelevati dal mondo reale e la costante condizione di solitudine in cui versavano, oltre che la loro reticenza ad adattarsi alle convenzione che imponeva la società in cui vivevano.

Vimercati e Morandi, analogie e differenze

Casa Morandi fu la casa atelier situata in via Fondazza, a Bologna, in cui il celebre artista visse e lavorò dal 1910 al 1964.  Qui, in occasione della manifestazione Art City Bologna, si è deciso di collocare ben 23 fotografie di Franco Vimercati così divise: 3 dalla serie Senza titolo (Fiori), 6 dalla serie Senza titolo (Vaso) e 14 immagini (che compongono l’intera serie) del corpus Senza titolo (Brocca).

Come mai sono state scelte proprio queste fotografie? Perché sono tematicamente molto vicine ai soggetti ritratti da Giorgio Morandi nelle sue opere, già conservate a Casa Morandi e lì esposte. Entrambi gli artisti, infatti, hanno ritratto oggetti di uso comune, trattandone una limitata varietà di tipologie.

Le peculiarità tra i due artisti sono molteplici: gli oggetti sono sempre ritratti in primo piano, frontalmente e con inquadrature molto ravvicinate. Inoltre sono sempre decontestualizzati, isolati da qualsiasi riferimento con gli ambienti in cui di solito sono collocati. La riproduzione di questi era effettuata riproponendo delle piccole variazioni che cambiavano di volta in volta la percezione degli oggetti stessi. Ciò che andavano ricercando era, infatti, l’esaltazione dell’essenza e la purezza dell’immagine.

I concetti dietro le opere di Franco Vimercati sono essenzialmente due: 1) l’annullamento dell’oggettualità visiva dei soggetti fotografati; 2) l’oggettualità narrativa degli oggetti che concentra tutto su di sé. In questo modo l’artista passava attraverso due concetti totalmente opposti, svelando così il quotidiano attraverso una percezione del tempo senza limiti.

Vimercati

Nonostante le molteplici analogie, altrettante e altrettanto importanti sono le differenze tra i due artisti, sia per quanto riguarda l’approccio compositivo, sia per quanto concerne l’uso delle tecniche molto diverse tra di loro.

Morandi, infatti, era più intento a ritrarre pittoricamente oggetti poggiati su tavoli o superfici pianeggianti, soffermandosi in particolare sugli aspetti luministici, su quelli tonali e sulle relazioni spaziali degli oggetti stessi, sia tra di loro che tra loro e le superfici.

Vimercati, attraverso l‘uso della macchina fotografica, ritraeva principalmente fiori, bottiglie e vasi concentrandosi sul movimento di uno stesso oggetto ritratto più volte e sulla luce che lo illuminava. Egli prediligeva i toni bianchi e neri e, servendosi di uno sfondo scuro, amava far sembrare che le cose stessero galleggiando nel vuoto.

Il fotografo, nel corso della sua vita, è sempre stato diviso dalla lusinga di essere associato al grande maestro Morandi (per via delle caratteristiche grafiche da lui volutamente utilizzate per far sembrare che le sue opere fossero simili a delle incisioni), e il tentativo di distaccarsi dall’appellativo “Morandi della fotografia” che gli è spesso stato attribuito dalla critica. In fondo era lui stesso a dire che la fotografia, dalla sua nascita in poi, aveva preso il posto che una volta spettava all’incisione e ne condivideva alcune caratteristiche, come i rapporti tra i bianchi e i neri, il grande lavoro di precisione che c’è dietro e la profondità del segno.

Vimercati

La mostra è stata inaugurata l’8 di Maggio e andrà avanti fino al 18 Luglio 2021. Un evento interessantissimo e assolutamente da non perdere.

Per ulteriori informazioni consultare il link di Casa Morandi: https://www.midaticket.it/eventi/casa-morandi .

E tu conosci Franco Vimercati e il suo rapporto con Giorgio Morandi? Andrai a visitare la mostra?
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1