Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Alper Dostal, l’artista che “scioglie” i quadri per denunciare l’emergenza climatica

Con Hot art exhibition l'artista austriaco ha voluto puntare l'attenzione sui cambiamenti climatici

Hot art exhibition
Hot art exhibition
Cosa ne pensi di questo modo di sensibilizzare riguardo il clima? Tu in che modo dai il tuo contributo?

Si chiama Alper Dostal, è austriaco e si definisce designer e artista multidisciplinare. In effetti, a guardare la presentazione che fa di sé sul proprio sito, le sue competenze spaziano in vari campi e questo gli ha permesso di accumulare esperienze e poter sperimentare nella creazione dei suoi lavori artistici. Quando crea è ispirato da surrealismo, astrattismo, cose della vita quotidiana e design industriale. Lui stesso definisce il proprio lavoro estetico, un po’ strano, divertente e con un goccio di sarcasmo, ma con una cosa che accomuna quasi tutte le opere, hanno una storia dietro. Collabora con varie aziende come designer ed è molto attivo su Instagram con le sue opere artistiche di denuncia.

Hot art exhibition, immagina se un giorno….

Sei in vacanza e passi il tempo in un museo ad ammirare i quadri di alcuni dei più famosi artisti al mondo. La Guernica di Picasso (il celebre quadri del pittore spagnolo che rappresenta gli orrori della guerra), L’urlo di Munch, La notte stellata di Van Gogh (a proposito, hai letto il nostro bellissimo articolo sulla mostra a Salerno?), La persistenza della memoria di Dalì, tanto per citarne alcuni. Fuori fa davvero caldo, ma all’interno del museo si sta bene, la temperatura è tarata per salvaguardare l’integrità dei capolavori esposti. Poi all’improvviso l’imprevisto. Il caldo torrido esterno manda in corto circuito il sistema elettrico, le porte si bloccano e i climatizzatori smettono di funzionare.

Ti aggiri per le sale sempre più calde sperando che la situazione si risolva in fretta, ma passano le ore e non c’è verso di uscire. All’improvviso qualcosa attira la tua attenzione, i quadri, quelle meravigliose opere testimoni dell’arte nel mondo, hanno cominciato a gocciolare, prima poche gocce, poi sempre di più fino a colare proprio per terra quasi fossero i ghiacciai che si vedono nei documentari.

L’effetto è incredibile e con queste immagini choc, elaborate digitalmente,  l’artista vuole lanciare il suo messaggio: il riscaldamento globale è un problema che riguarda tutti e qualunque cosa, opere d’arte comprese. Il tema è quanto mai sentito ai giorni nostri, basti pensare agli scioperi per il clima cominciati dalla giovane attivista Greta Thunberg e che via via hanno preso piede a livello mondiale, ma  tutti dobbiamo fare di più.

Con i suoi quadri “sciolti” Alper Dostal vuole farci riflettere, anche in maniera anche scanzonata, sul fatto che non abbiamo più molto tempo e che se non cambieremo le nostre abitudini, il rischio di perdere tanta bellezza c’è!

Commenti recenti

Commenta qui...

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
2+