Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Camuncoli

Camuncoli, il grande fumettista al Museo Irpino di Avellino

Giuseppe Camuncoli è stato ospite al Museo Irpino di Avellino per il finissage della mostra dedicata alle sue opere

Giuseppe Camuncoli, il fumettista italiano di Spider-Man più conosciuto dal grande pubblico è stato ospite al Museo Irpino di Avellino in occasione del finissage della mostra “Giuseppe Camuncoli. Da Spider-Man a Star wars”.

L’esposizione sarebbe dovuta essere dal 16 Ottobre al 28 Novembre 2020 ma, data l’emergenza Covid 19 che ha visto chiusi per molto tempo i musei e i gli altri luoghi della cultura, è stata protratta fino allo scorso 26 Giugno. Questo ha permesso al pubblico di poterne fruire al meglio.

La mostra era dedicata tutta alle opere di Camuncoli, redatte nel corso della sua lunga carriera che è stata costellata da vari successi. La maggior parte erano disegni fatti a matita o a china riproducenti gli eroi del mondo DC Comics e Marvel che popolano la vita di tanti appassionati del genere. Tra questi ricordiamo: Spider-Man, gli X-man, Batman, Darth Vader e Dylan Dog.

Camuncoli

È stato molto interessante poter vedere delle opere di letteratura fumettistica esposte in un luogo come il Museo Irpino, dove sono conservati reperti preistorici, dipinti ottocenteschi e varie testimonianze del Risorgimento Italiano.

Camuncoli al Museo Irpino

L’incontro con l’autore c’è stato Venerdì 25 Giugno alle ore 11:45, in una delle sale del museo. Era presente, oltre allo staff del museo e al pubblico, anche un moderatore del Comicon di Napoli, visto che la mostra rientra nel più grande progetto di Comicon Extra, cartellone itinerante che, dopo le tappe di Napoli, Salerno e Benevento, ne ha proposta anche una nella città di Avellino.

Giuseppe Camuncoli è stato un graditissimo ospite, che ha spiegato al pubblico com’è iniziata e com’è andata avanti la sua carriera con grande umiltà e simpatia.

Ha raccontato di aver sempre disegnato, fin da piccolissimo, e di essere molto affascinato dai cartoni animati. Si recava nella biblioteca del suo paese, situato in Emilia Romagna, per leggere i fumetti, dai quali era particolarmente preso. È stato proprio così che ha imparato a disegnare, prima copiando i fumetti degli altri e, mano mano, creando un proprio stile. Infatti ciò che consiglia a tutti coloro che si approcciano al disegno dei fumetti è di copiare dai grandi prima di crearsi un proprio stile.

Ha spiegato che lui fa parte di un team di fumettisti senza i quali la sua carriera non sarebbe potuta essere la stessa. Gli piace molto il lavoro di squadra ed è convinto che solo l’armonia possa generare dei lavori soddisfacenti.

Dopo aver frequentato un corso per fumettisti inizia a lavorare nel 1997 quando fonda lo studio Innocent Victim. La sua carriera però decolla nel momento in cui partecipa al Comicon di San Diego, in America, dove viene notato e, nel 2000, gli viene chiesto di disegnare i primi fumetti DC Comics per cui realizza vari numeri della serie Vertigo.  Ha sottolineato come, già all’inizio degli anni 2000, potesse lavorare a distanza pur restando in Italia.

Durante la sua carriera ha conosciuto Jim Lee, il grande fumettista statunitense, dal quale ha tratto ispirazione, soprattutto per la precisione e la minuziosità con cui Lee si dedicava al suo lavoro.

Lavorare per gli Stati Uniti è stata per Camuncoli una continua sfida, in quanto più si andava avanti più il livello di difficoltà aumentava, ma non si è mai sentito perso perché ha avuto sempre dei punti di riferimento a cui rifarsi in caso di difficoltà. “Mi sono reso conto che il mondo del fumetto è molto solidale” ha dichiarato durante l’incontro.

Camuncoli

Disegnare i fumetti di Spider-Man è stato molto importante e lo ha fatto per ben 6 anni di fila, fino al 2017. È stato un lavoro molto stimolante ma anche difficile perché l’uomo ragno assume delle pose innaturali che lui ha sempre cercato di rendere il più verosimili possibili.

L’autore è sempre stato un appassionato di arte e i suoi artisti preferiti sono soprattutto i contemporanei, dall’ottocento in poi. Tra questi vi sono gli Impressionisti, Van Gogh, Modigliani e Klimt.

Il suo recente progetto è Undiscovered Country, iniziato nel 2018 che è ancora in fase strutturale e che dovrebbe prevedere 50 numeri, uno per ogni stato americano. Attualmente Camuncoli è anche direttore artistico e docente alla scuola di Comics di Reggio Emilia.

Per ulteriori informazioni visita il sito del Museo Irpino al seguente link: https://www.museoirpino.it/.

E tu conoscevi Camuncoli? Andresti a vedere una mostra delle sue opere?
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Otzi la mummia del Similaun

11 ore fa

Moebius

27 luglio, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1