Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Davide Bramante Prima Personale: Mostra Fotografica a Milano

Davide Bramante fotografo noto a livello internazionale sarà a Milano per la prima Mostra Personale

Davide Bramante Prima Mostra Personale Milano
Davide Bramante Prima Mostra Personale Milano
E tu, hai già provato a usare la tecnica della doppia esposizione nelle tue fotografie? Cosa ne pensi degli effetti che riesce ad ottenere Bramante tanto da essere definito “quasi futuristico”? Condividi le tue opere se ne hai o esponi il tuo pensiero riguardo questo gioco di piani che uniscono arte e fotografia:

Davide Bramante artista Siciliano, noto fotografo a livello internazionale sarà a Milano dal 10 settembre al 4 ottobre per la Mostra Fotografica Prima Personale. Eterno girovago ha saputo fondere il suo modo di fotografare con il suo modo di ricordare, pensare, sognare, sperare una perfetta simbiosi impressa su di una pellicola.

Artista definito quasi eccentrico futurista Davide Bramante è lieto di mostrare la sua miscela di tecniche alla Fabbrica EOS di Milano, qui potrai ammirare la particolare tecnica da lui utilizzata della “Doppia Esposizione“, dove i paesaggi sembrano sospesi, quasi irreali.

“il mio modo di fotografare è identico al mio modo di ricordare, pensare, sognare, sperare”

Bramante a Milano Prima Personale:  giochi di luci e esposizioni multiple creano effetti futuristici

Quando vai a una mostra di Bramante sei libero di scegliere se l’immagine che osservi rappresenta sogno o realtà. La doppia esposizione è una tecnica che si usava già con le pellicole, allora si ottenevano effetti particolari e interessanti, fonti di ispirazione per i fotografi più creativi e stravaganti.

Oggi grazie alla tecnologia, la modalità di esecuzione è più semplice, molte macchine fotografiche sono già fornite della funzione di “esposizione multipla o doppia esposizione” con la quale, unita all’estro dell’artista e a un ottimo colpo d’occhio, si riescono ad ottenere effetti sorprendenti come quelli di Davide Bramante.

Con le vecchie fotocamere la doppia esposizione si otteneva scattando due fotografie di seguito, senza far avanzare la pellicola. Bramante ha mantenuto questa tecnica evolutiva creando un certo stupore negli occhi di chi guarda.

Giacinto di Pietrantonio curatore della Mostra e docente all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, apprezza Bramante definendolo come un’artista che rappresenta l’arte attraverso la fotografia.Davide Bramante con giochi di luci, ombre sovrapposte e doppie esposizioni unisce fino a nove fotogrammi, creando effetti definiti “quasi futuristici”.

Dal punto di vista dell’arte si potrebbe dire che Bramante crea una rappresentazione fotografica ‘astrattistica’ come fosse un quadro di Picasso; nella Milano Verticale sembra proprio di volgere lo sguardo a quella che sarà la “Milano del Futuro”.

Più ci si immerge nell’immagine e maggiore è la sensazione di catapultarsi in un’altra era, passo dopo passo, quasi accompagnati o trasportati da una sorta di effetto ipnotico creato dall’immagine.

Come Davide Bramante afferma, non c’è nulla di nuovo, le nuove città somigliano a quelle più antiche; è quasi un gioco di intersezioni di città, sovrapponendone diverse si crea quella ideale secondo il gusto personale dell’artista che, con estrema maestria e sensibilità nell’uso di questa tecnica riesce a coinvolgere l’occhio sia dell’appassionato, sia dell’intenditore.

I giochi di luce sono fondamentali in fotografia se si vuole ottenere qualcosa che faccia emozionare, che catturi l’animo di chi guarda, un vortice di emozioni create da luci, ombre e colori capaci di rapire ed entusiasmare.

Davide Bramante nato a Siracusa nel 1970 formatosi all’Accademia Albertino di Belle Arti a Torino, opera dal 1991; appassionatosi sin da piccolo al mondo dell’arte, Bramante è conosciuto per la tecnica fotografica “Esposizioni Multiple” con una sequenza che va da quattro a nove scatti.

L’effetto ottenuto è “l’annullamento dello spazio” (inteso come lontananza culturale e geografica) ovvero spazio e tempo si amalgamano in un tutt’uno di sovrapposizioni, creando così una fusione tra arte e fotografia. 

Bramante nelle sue rappresentazioni fotografiche esprime un vero viaggio nel tempo che racchiude le sue tre passioni:  Arte – Fotografia – viaggio. Giancarlo Politi critico ed editore d’arte definisce Bramante come un “ambasciatore poetico e profetico” di una multietnia di città rappresentandole indistintamente senza nessuna discriminazione. 

Non esiste bello o brutto perchè il giudizio viene annullato dalla maestria di Bramante nel riuscire a creare una tavola artistica nei suoi fotogrammi, come sulla tavolozza di un pittore.

Se vuoi scoprire questo particolare artista fotografico non perderti la Prima Mostra Personale di Davide Bramante, a Milano dal 10 settembre al 4 ottobre presso la Fabbrica EOS in viale Pasubio.

Per contatti e info: +39 02 6596532

E-MAIL INFO: [email protected]

SITO UFFICIALE: www.fabbricaeos.it

 

 

 

 

 

 

Commenti recenti

Commenta qui...

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0