Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
De Chirico

De Chirico. A Pisa una grande mostra con tutti i suoi capolavori

A Pisa, dal 7 novembre 2020, una grande mostra su De Chirico ne ripercorre l'arte attraverso i suoi capolavori

Il 7 novembre 2020 si inaugura a Palazzo Blu di Pisa la mostra intitolata De Chirico e la Metafisica dedicata a Giorgio De Chirico, padre della Metafisica.

La mostra, a cura di Lorenzo Canova e Saretto Cincinelli, si potrà visitare fino al 9 maggio 2021 e ripercorrerà la costante ricerca dell’artista a la sua personale evoluzione nel tempo.

La collezione personale di De Chirico viene esposta alla mostra a Palazzo Blu di Pisa

De Chirico di De Chirico sono il cuore di questa mostra, la collezione privata dell’artista è composta da diverse opere provenienti dalla Fondazione Giorgio e Isa De Chirico e da La Galleria Nazionale di Roma, a cui furono donate dalla moglie Isabella nel 1987.

La mostra a Pisa racconta la vita dell’artista in ogni suo aspetto. De Chirico nel 1910 diede vita alla Metafisica per poi evolversi in diversi periodi, quello della seconda Metafisica e della Neometafisica. 

Il progetto si sviluppa attraverso un viaggio cronologico che percorre l’arte di De Chirico passo dopo passo: parte con le sue prime opere bockliniane create alla fine del primo decennio del secolo scorso, a seguire l’illuminato periodo della Metafisica degli anni Dieci, i grandi capolavori della seconda Metafisica degli anni Venti a Parigi, i Bagni Misteriosi degli anni Trenta, le ricerche sui grandi maestri con i nudi, gli autoritratti e le nature morte dipinti tra gli anni Trenta e Cinquanta, finendo con le grandi opere della Neometafisica di recente apprezzata a livello mondiale.

La Neometafisica segna una svolta nel percorso artistico di De Chirico che dipinge città moderne fuse a quelle antiche in luoghi di vita comune, come Volos e Atene, Milano, Monaco di Baviera, Torino, Roma, Parigi, New York, Ferrara e Venezia.

Spazi disabitati popolati da oggetti inanimati ed edifici decontestualizzati, si trasformano in misteriosi ed irreali diventando icone. Un esempio è il dipinto intitolato Le Muse Inquietanti in cui il mondo si trasforma in un poetico mistero, visto attraverso la città di Ferrara.

La mostra a Palazzo Blu di Pisa conferma la rivalutazione di De Chirico come artista unico e geniale durante tutta la sua carriera artistica, grazie alla costante ricerca e sviluppo partendo dalla Metafisica, ricerca che ha ispirato grandi artisti come Carrà, Sironi, Martini, De Pisis e Savino, anch’essi presenti in mostra.

Attraverso il percorso studiato per il visitatore, il periodo Metafisico è il punto di partenza al quale si collegano tutte le evoluzioni artistiche di De Chirico, dalle prime opere ispirate da Bocklin e Klinger, dal dopoguerra alla Neometafisica.

Tutto ciò ha riscosso grande interesse verso l’artista nelle giovani generazioni, dagli anni Sessanta fino ad oggi, per citarne alcuni Andy Wharol e Giulio Paolini.

La mostra è realizzata grazie al supporto di istituzioni di arte moderna quali la Pinacoteca di Brera ed il MART (Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto) .

Organizzata da Fondazione Pisa assieme a MondoMostre, in collaborazione con Fondazione Giorgio e Isa De Chirico e la Galleria Nazionale d’arte Moderna e Contemporanea di Roma, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del comune di Pisa e della regione Toscana.

Gli orari della mostra dedicata a De Chirico a Palazzo Blu di Pisa sono i seguenti : mercoledì, giovedì e venerdì per visite organizzate dalle ore 10.00 alle ore 19.00, sabato, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00, lunedì e martedì chiuso.

La prenotazione è obbligatoria e si può effettuare dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 ai seguenti numeri: 02 92897755 per i singoli e 02 92897793 per i gruppi. Per avere più informazioni sul programma della mostra ed altro, visitare il sito ufficiale di Palazzo Blu.

 

Conosci De Chirico? Qual’è il tuo preferito tra i suoi quadri?
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Pompei casa dei ceii

03 marzo, 2021

Chiara Lena Pensando che

02 marzo, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0