Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Herbarium Vagans arte e botanica sul lago d’Orta dal 13 settembre al 11 ottobre

Grande mostra itinerante inaugurata sul lago d'Orta

bmaAD6eA
bmaAD6eA
Ti piacciono le mostre itineranti? Conosci i disegni botanici?

Si è inaugurata ieri la tappa sul lago d’Orta della mostra itinerante Herbarium Vagans. Sono tre i borghi partecipanti all’evento: Orta San Giulio facente parte del circuito dei borghi più belli d’Italia, Ameno e Miasino ubicati tra lago e montagna nella regione Piemonte in provincia di Novara.

Si tratta di una mostra a cielo aperto per adeguarsi al particolare momento ed al rispetto verso le norme anti Covid19 vigenti. Le opere sono esposte su grandi pannelli nei centri storici dei tre borghi, visibili 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Herbarium Vagans, artisti contemporanei italiani ed internazionali e pittori botanici disegnano la flora che cresce tra Alpi e Prealpi

Herbarium Vagans è una delle manifestazioni all’interno del Progetto Interreg Italia-Svizzera Di-Se-Disegnare il territorio della durata di tre anni avente come tema centrale il disegno e l’arte, a cura di Associazione Musei d’Ossola, Associazione Culturale Asilo Bianco e Museumzentrum La Caverna di Naters.

È un’occasione interessante per visionare un grande numero di opere, viaggio ideale per tutti gli appassionati di arte, natura e botanica in un contesto rurale carico di suggestioni.

La mostra è da ieri aperta al pubblico che ha partecipato con entusiasmo all’inaugurazione ed ha avuto la possibilità di aggregarsi alla passeggiata organizzata per l’occasione, percorrendo i sentieri che collegano i tre borghi coinvolti nella manifestazione. Nei prossimi giorni i visitatori potranno ammirare le opere in assoluta libertà, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Il tema centrale di questo primo anno dei tre in programma è Le Erbe Officinali di cui le nostre montagne sono ricche, nonché i cambiamenti climatici che coinvolgono l’arco alpino, uno fra tutti lo scioglimento dei ghiacciai sul Monte Rosa.

Una ricca selezione di di artisti italiani e stranieri e di pittori botanici di Floraviva è stata chiamata a disegnare un’erba officinale tra quelle che crescono tra Alpi e Prealpi.

Herbarium Vagans non è soltanto una mostra, oltre a visitare l’esposizione si potranno degustare sia il gelato “Herbarium” presso la gelateria Arte, sia la pizza dedicata nel ristorante Il Pozzo. Si tratta di una esperienza culinaria tra fiori, profumi ed erbe officinali a completamento ed arricchimento di questo viaggio.

Il progetto Di-Se-Disegnare il territorio farà parte anche della undicesima edizione di “Corto e Fieno-Festival del cinema rurale” sabato 3 ottobre a Omegna e domenica 11 ottobre a Miasino dove saranno trasmessi cortometraggi di animazione.

Vediamo quali sono i numerosi artisti contemporanei partecipanti ad Herbarium Vagans e le loro opere: Rojna Bagheri-cardo mariano, Geetika Singh Barghava-genziana gialla, Sara Boccaccini Meadows-iperico, Massimo Caccia-iperico, Michael Cailloux-natura alpina, Daniele Catalli-elicriso, Sara Conti-garofano, Antonio De Luca-pero corvino, Luca Di Sciullo-stella alpina, Giacomina Ferrillo-melo selvatico, Matteo Giuntini-ginepro, Marie Antoinette Garret-papavero comune, Andrea Guerzani-felce maschio, Maura Milani-epilobio, Riccardo Monte-larice, Elisa Mossa-fusaggine, Marta Nijhuis-assenzio, Graziana Piantanida-finocchio, Refrehink-tarassaco, Luisa Rivera-genziana gialla, Alessandra Romagnoli-rosa canina, Paolo Stefanelli-erba mottolina, Paolo Tassetti-arnica, Marina Terauds-menta piperita, Gosia Tunzeniecka-lavanda, Carlo Valsesia-gelsomino, Walter Visentin-timo, Ilaria Zanellato-peonia selvatica.

Le tavole botaniche sono realizzate dai disegnatori di Floraviva: Ernesta Caterina Albanese-centauro giallo e vulneraria, Renato Bonzo-acero, Laura Curioni-silene di Elisabetta, Pierino Delvò-barba di becco, Claudio Giordano-semprevivo maggiore, Margherita Leoni-rododendro, Maria Lombardi-cardo mariano, Sabrina Luoni-pulsatilla, Claudine Pasquin-ranuncolo, Angela Petrini-maggiociondolo, Silvana Rava-narciso, Angelo Speziale-concordia e orchidea di Colemann, Gabriella Tesser-felce maschio, Lisa Tommasi-cirsio lanoso, Marina Ubertini-carlina, Milena Vanoli-sigillo di Salomone, Rosanna Verga Simonelli-campanula serpeggiante.

Per visionare il programma degli eventi di Herbarium Vagans si può visitare il sito www.asilobianco.it.

Per avere informazioni e per eventuali prenotazioni si può scrivere una mail a [email protected] oppure contattare il numero telefonico 320 9525617.

Inoltre si può rimanere aggiornati su tutti gli eventi organizzati dal progetto Di-Se-Disegnare il territorio seguendo la pagina Facebook dedicata.

 

 

Commenti recenti

Commenta qui...

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
1+