Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Iva Lulashi Libere e desideranti Corniglia

Iva Lulashi in mostra a Corniglia con ‘Libere e desideranti’

Dall’8 agosto al 30 settembre 2021 presso l’Oratorio dei Disciplinati di Santa Caterina a Corniglia

Sei un grande appassionato di Arte e Cultura? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico?

Corniglia (La Spezia) – uno degli incantevoli borghi delle Cinque Terre è pronto ad accogliere dall’8 agosto al 30 settembre 2021 presso l’Oratorio dei Disciplinati di Santa Caterina la personale Libere e desideranti dell’artista contemporanea di Iva Lulashi  giovane emergente che sta riscuotendo numerosi consensi dalla critica.

Iva Lulashi Libere e desideranti Corniglia
Iva Lulashi, È invisibile e non si sente l’odore, 2021

Iva Lulashi, Libere e desideranti in mostra a Corniglia

All’interno della personale Libere e desideranti saranno esposte per la prima volta le opere più recenti dell’artista, realizzate nel corso del 2021. Si tratta di lavori inediti, ispirati dal soggiorno della stessa artista a Corniglia. La pittura si confronta con uno spazio e un ambiente inediti, in una continua narrazione con l’architettura settecentesca dell’Oratorio dei Disciplinati e con la sua semplice ma intatta dimensione spirituale.

Iva Lulashi Libere e desideranti Corniglia
Iva Lulashi, Più pallida dell’erba, 2021

La mostra è stata realizzata grazie all’ausilio della Fondazione Carispezia nell’ambito del Bando Aperto 2021 nel settore Arte e Cultura. Molto desiderata anche dal Comune di Vernazza e nata dall’idea dell’avvocato e collezionista Giuseppe Iannaccone, Libere e desideranti vuole essere solo l’inizio di un viaggio fatto di iniziative ed eventi espositivi per promuovere il territorio delle Cinque Terre.

Porre all’attenzione questi territori, non soltanto per la loro grande bellezza, ma anche quali terre d’arte – queste le parole del sindaco di Vernazza, Francesco Villa, che, insieme all’avvocato Giuseppe Iannaccone, desidera offrire nuove opportunità dedicate specialmente alla giovane arte italiana.

Mi è venuta questa idea pensando ai grandi artisti che negli anni si sono innamorati delle Cinque Terre, fra tutti cito solo Renato Birolli, Alighieri Boetti e da ultimo Michelangelo Pistoletto che ha accolto questa iniziativa con grande entusiasmo – afferma l’avvocato Giuseppe Iannaccone.

In occasione della mostra, gli abitanti di Corniglia avranno il privilegio di scegliere un’opera (tra quelle esposte) di Iva Lulashi, che sarà donata al paese di Corniglia dall’ideatore della mostra Giuseppe Iannaccone: Quello che vorrei realizzare alle Cinque Terre è un punto di riferimento della giovane arte italiana da mostrare ai turisti che in estate arrivano qui da tutto il mondo – queste le sue parole.

Iva Lulashi – la sua ricerca pittorica

Iva Lulashi classe 1988, nasce a Tirana, Albania. Vive e lavora a Milano. Nel 2016 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia. La sua pittura indaga il linguaggio di una storia albanese mai del tutto vissuta, la complessità della dimensione collettiva e dell’esperienza individuale, unendo le estremità del politico, del sociale, del vissuto.

Partendo da frammenti video rinvenuti nella rete, la Lulashi fa un lavoro di sovrapposizione di ricordi passati e immaginari presenti, ponendo al centro della propria riflessione il corpo, l’erotismo e il  desiderio nella determinazione dell’esistenza.

La ricerca personale dell’artista si concentra ora sulla forza della potenza e della seduzione delle immagini erotiche.

Iva Lulashi Libere e desideranti Corniglia
Iva Lulashi, Brodo, 2020

Il frutto di questo lavoro nasce dopo aver ripercorso le tracce di un passato politico albanese vissuto solo in parte, raccogliendo i video della propaganda comunista per alcune delle opere che hanno trovato spazio nel 2018 durante una collettiva di artisti albanesi organizzata da Adrian Paci nello studio di Giuseppe Iannaccone a Milano e nella prima mostra personale dell’artista alla Prometeo Gallery di Milano.

Favorendo un punto di vista apertamente femminile e trasformando una strategia estetica in una lotta etica e politica contro le convenzioni culturali prevalenti, la pittura punta, così, a rivoluzionare il controllo che il potere ha esercitato ed esercita sulle vite dei singoli.

Il percorso espositivo di Libere e desideranti è accompagnato anche da un catalogo che contiene al suo interno un’intervista e testi di Giuseppe Iannaccone, Antonio Grulli, Cristina Masturzo, Rischa Paterlini, Carlo Sala e Gloria Vergani.

INFORMAZIONI UTILI

LUOGO: Oratorio dei Disciplinati di Santa Caterina, Corniglia

ORARI: tutti i giorni dalle 10.00 alle 21.00. Dal 6 settembre dal venerdì alla domenica dalle 10.00 alle 21.00

INGRESSO LIBERO

INFO: [email protected]

Cosa ne pensi delle opere di Iva Lulashi? Parteciperai alla sua mostra? Facci sapere nei commenti
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Ultimo

25 ottobre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0