Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Kevin Follett

Kevin Follett, alle origini del suono

Intervista a Kevin Follett, autore del suggestivo singolo di musica elettronica "Desperate Consciusness" uscito il 1 dicembre 2020

Abbiamo già parlato di Desperate Consciuness, il singolo, prodotto con l’etichetta X Tapes Recordings, del producer e polistrumentista veronese Kevin Follett.  Oggi per la nostra rubrica degli emergenti ci ha concesso un’intervista nella quale ci parla dei suoi esordi e della sua passione per la musica elettronica. Possiamo definire Kevin Follett uno sperimentatore puro che va a scoprire la genesi dei suoni per poi mescolarli con determinate tecnologie.

Nel lavoro di Kevin Follett scienza del suono, arte e tecnologia si fondono per creare brani di grande suggestione, in grado di produrre immagini fortemente evocative.

Tra le sue esperienze più significative ricordiamo quella con la band Dark Inc. nata nel 2003, la fondazione e direzione di un’etichetta indipendente di musica elettronica nel 2010 Drummond Records, il ruolo di tastierista nella band post metal WOWS dal 2014 ad oggi.

Desperate Consciusness, rappresenta quindi un punto di vista sonoro e una testimonianza forte ed emblematica di quello che è stato questo nostro assurdo 2020.

Kevin Follett, alle origini del suono

Kevin Follett, come nasce la tua carriera artistica e perchè l’interesse per la musica elettronica?

Ho iniziato nel lontano 1992 come dj di musica dance, dopo pochi anni ho sentito la necessità di comporre musica propria, approfondendo le numerose sfaccettature della musica elettronica ma non solo; i miei ascolti vanno dalla classica all’elettronica più d’avanguardia, ponendo l’attenzione anche sul punk, metal e jazz.
La musica elettronica ha sempre esercitato un ascendente su di me, in particolare la genesi dei suoni, la mescolanza di tecniche e tecnologie per ottenere un determinato risultato, la trovo una delle forme creative che più mi identifica.

Kevin Follett, come nasce la tua ispirazione?

L’ispirazione nasce in primis dagli stati d’animo, quindi quello che provo nell’istante in cui mi metto a scrivere un motivo e/o comporre un brano. Sicuramente quello che scrivo è condizionato anche da quello che ascolto in quel determinato periodo, per esempio uno o più artisti che con i loro brani sonorizzano la mia vita, i brani o il genere che più calza con i sentimenti che provo.

Kevin Follett la tua musica riesce ad essere particolarmente evocativa. Il cinema è un’espressione artistica che senti vicina a te?

Sempre più persone mi fanno notare quanto la mia musica possa essere associata al cinema o a delle immagini e non nascondo che per me sarebbe un bellissimo traguardo poter lavorare nel settore. Da appassionato di cinema il poter sonorizzare una pellicola (termine ormai arcaico credo) sarebbe una bellissima sfida a cui sarei lieto di partecipare.

 A quali artisti ti ispiri e quali sono state le esperienze per te più significative?

I miei artisti preferiti sono principalmente provenienti dalle mie label feticcio, Warp (Aphex Twin, Autechre, Clark, Flying Lotus, Boards of Canada, Plaid…) e Ninja Tune (Amon Tobin, The Herbaliser, Kid Koala, The Cinematic Orchestra, Lorn, Jaga Jazzist…), ma scopro in continuazione etichette ed artisti meno blasonati, ma al contempo di spessore, in un’era di sovrasaturazione  delle proposte con un numero incalcolabile di pubblicazioni è per assurdo più difficile scoprire nuovi suoni e nuovi talenti.
A livello di esperienze significative e formative sono sicuramente state: la band Dark Inc. nata nel 2003, la fondazione e direzione di un’etichetta indipendente di musica elettronica nel 2010 Drummond Records, suonare nel ruolo di tastierista nella band post metal WOWS dal 2014 ad oggi.

Qual è il rapporto tra Desperate Consciusness e questo difficile 2020?

Desperate Consciousness è il risultato di quello che ho provato durante questo pazzo 2020, è la trasmutazione in formato sonoro del mio senso di oppressione, isolamento e solitudine…registrando in presa diretta un sistema modulare senza editing di sorta, questo è stato un fluire naturale e, a differenza dei miei lavori precedenti, poco cerebrale, per questo motivo lo ritengo uno dei miei lavori più autentici. Sicuramente fuori moda e per orecchie che cercano qualcosa di diverso.

Progetti futuri?

Ci sono vari lavori in gestazione, sicuramente vedrà la luce un album con varie featuring previsto per il 2021, ci sarà un progetto in cui saró accompagnato da un nuovo compagno di ventura del quale, per politica interna non posso fare menzione e, per concludere, un terzo progetto che mi vedrà in veste di batterista. State sintonizzati, il 2021 sarà ricco di novità!

La nostra redazione di Arte.icrewplay.com ringrazia Kevin Follett per la sua disponibilità. Se volete conoscere questo artista potete seguirlo nei suoi canali Youtube e Facebook .

Conosci Kevin Follett? Ti piace la musica elettronica?
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Otzi la mummia del Similaun

18 ore fa

Moebius

27 luglio, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0