Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Look da lockdown

Nasce il look casalingo. Forgiato dalla forzata permanenza in casa dello scorso lockdown, sembra essere diventato un atteggiamento di tendenza con la riscoperta di materiali e forme adatte per un look informale ma che non lascia nulla al caso.

Look da Lockdown
Look da Lockdown
E tu di che lana sei? Pregiato e impalpabile o sbrigativo e comodo ? Lascia un tuo commento qui sotto per farci sapere la tua.

Il look casalingo, così chiamato perché muove  la sua ispirazione dall’ambiente familiare e privato di ogni singolo, sarà il filo conduttore per il prossimo inverno, sperando di sfoggiarlo anche in ufficio.

Dopo la prima esperienza di marzo con l’inatteso e surreale lockdown che ci ha sorpresi come nel gioco uno, due, tre stella, quando chi è alla conta si gira e tu devi stare già in posizione fermo immobile, pena la retrocessione ai blocchi di partenza.

Ognuno di noi  è stato così colto, nell’intimità delle mura domestiche, nella dimensione più estemporanea e vera, in ogni aspetto della propria vita ed anche nel look.

Dopo un primo momento di  incertezza con  la voglia comunque di comunicare sempre più impellente, ecco fare capolino i primi selfie e con essi la naturale ricerca di un look appropriato per situazione e luogo.

Si fa largo così il look casalingo, all’apparenza informale ma curato di tutto punto. Irreale sarebbe sembrato presentarsi dopo settimane di chiusura forzata, in completo doppiopetto gessato per gli uomini e tailleur color pastello per le donne.

C’era bisogno di partecipare agli amici lontani la propria realtà nella sua forma più veritiera ma a tutto c’è un limite.

Al look improvvisato dei primi giorni, con il passare delle settimane, si è sostituito un modo di stare in casa decisamente più curato, pur nel suo essere informale.

Tale tendenza non è certo sfuggita ai giganti del settore che, fatta propria questa spontanea indagine di mercato, nata dal nulla e servita su un piatto d’argento, hanno colto l’occasione per rilanciare una moda più morbida nelle linee, comoda nella portabilità e calda nei materiali.

Tornano infatti per questo inverno le lane pregiate con le loro storie, fatte da una filiera che le vede nascere da molto lontano, fin dai piedi dell’Himalaya, per look ricercati e non proprio dai prezzi abbordabili.

In questo il settore, la moda italiana e  è all’avanguardia con la moda delle lane e cashmere che da sempre dice la sua in ambito internazionale senza timore alcuno di rivalità.

Il settore ha sfornato look per tutti i gusti e tutte le tasche

Dal preziosissimo e costoso cashmere alle lane, ce n’è per ogni gusto e tasca, per look comodi e avvolgenti che sappiano trasmettere il calore di un abbraccio anche da lontano e sappiano anche trasmettere, in chi guarda la sensazione di casa e atmosfera familiare.

Torna anche l’idea del fatto a mano, complice il tempo a disposizione che giocoforza siamo costretti ad avere. E allora questa volta nessuno sarà colto impreparato anche sotto quest’aspetto.

Lane in gomitoli di tutti i colori, gusti e tasche per sbizzarrire la fantasia nell’ormai dimenticato mondo del fatto a mano, unico modo per veder realizzata esattamente l’idea che frulla nella testa.

E per chi non può o non sa come realizzare da sé i capi della propria infanzia, per ritrovare anche attraverso una sciarpa l’abbraccio della mamma prima di uscire per andare a scuola, l’offerta è quanto mai vasta e modulata per ogni richiesta fors’anche la più originale.

I tempi moderni, come si suol dire aiutano però a superare ogni confine

Quindi, dal salotto di casa, avvolti in una calda coperta, ispirati dai profumi di una tisana calda appena versata, complice la connessione wi fi, riusciamo ormai comodamente a ordinare on line tutto ciò di cui abbiamo bisogno, sia se ci vogliamo cimentare con l’esperienza home made, sia se, un pò debolucci sul fronte della manualità, volessimo comunque replicare quel bel look casalingo appena visto nel banner che ci ha appena fatto l’occhiolino mentre eravamo intenti a cercare su you tube come si ripara la tapparella.

Commenti recenti

Commenta qui...

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0