2+

8

Mimo viene uccisa e scuote il web

L'artista uccisa in Cile commuove il mondo

2+

iCrewPlay ti consiglia

Tabella dei Contenuti
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
4.8 5 voti
Voto iCrewers

Un mese fa in Cile, ma in Italia la notizia è arrivata solo di recente, è stata stuprata, torturata ed uccisa, un’artista di strada, che si faceva chiamare Mimo. Si tratta di Daniela Carrasco, arrestata nelle prime settimane di una protesta che sta avvenendo nel paese, per avversare il governo di Sebastián Piñera, in quanto, secondo la popolazione, il paese vive disuguaglianze sociali insostenibili, nonostante la grande crescita economica di quello che è stato definito il grande “miracolo cileno“.

La notizia è rimbalzata sui giornali di tutto il mondo e, quella che è stata presentata come la foto della trentaseienne cilena (ma che è stato appurato fosse in realtà di un’altra donna), ora sta spopolando sulle pagine Facebook di milioni di utenti.

C’è un alone di mistero intorno alla morte di questa artista, poiché secondo alcuni, potrebbe essersi trattato di un suicidio, tuttavia è innegabile, che la foto delle sedicente Mimo, abbia sfondato la sensibilità del web.

Nasce spontaneo domandarsi il perché di questa attenzione e vogliamo provare a dare una nostra interpretazione all’accaduto.

Non sarebbe la prima volta che, nella lunga storia dell’arte, un artista viene torturato o ucciso.

L’artista è un essere umano che,  grazie alla sua spiccata sensibilità, ha un punto di vista non comune, a volte condiviso, altre no, che rimane comunque emblematico di un pensiero e di una filosofia di vita precisa. Punire un artista di strada, che di per sè ha fatto una scelta di vita di estrema libertà, di vita alla giornata, a cielo aperto potremmo dire, potrebbe significare quindi che questa filosofia sia out. Quindi in ultima analisi, l’uccisione di Mimo potrebbe essere stata vissuta, da chi ha seguito la vicenda, come una negazione alla libertà, scatenando l’indignazione del web.

Tutti ora si aspettano di conoscere la verità e che giustizia venga fatta: per la donna, per l’artista e per la libertà che ella rappresenta in quanto artista.

4.8 5 voti
Voto iCrewers
Sei stato colpito anche tu dalla vicenda di Mimo? Cosa pensi del nostro punto di vista sulla vicenda? Siamo curiosi di conoscere la tua opinione e ti chiediamo di condividerla con noi.
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Jonathan
Jonathan
9 mesi fa
Voto iCrewers :
     

Penso sia anche xkè, almeno x quanto mi riguarda, quando un ns connazionale si trova all’estero x studi o x un’esperienza tipo questa, quindi nobile fin dall’origine, fa un effetto diverso se eventualmente la vicenda finisce male, rispetto a un semplice connazionale ke è andato a vivere fuori causa paese Italia… Nel senso ke subentra una sorta di extra affezione…

Baby
Baby
9 mesi fa
Voto iCrewers :
     

Bellissimo articolo e molto toccante 🙁

Rita
Rita
9 mesi fa
Voto iCrewers :
     

Il fallimento della civiltà! Non si può pensare di non poter essere liberi nel 2020.. e la cosa fa male!
Grazie per aver dato luce all’accaduto!

Luisa
Luisa
9 mesi fa

La realtà del Cile è estremamente complessa e difficile da capire da lontano, e a volte anche vivendo qui. Le notizie che giungono sono spesso manipolate e saper distinguere tra ciò che è vero e ciò che è falso non è facile. La storia di Daniela è quella di tante altre persone, morte per esprimere un dissenso contro un governo che regala briciole e pretende anche essere ringraziato per questo. Le proteste del popolo cileno sono quelle di tanti altri paesi latinoamericani che vedono la loro nazione venduta alle grandi multinazionali. I cileni vivono governati da una Costituzione fatta da… Leggi il resto »

Manuela
Manuela
9 mesi fa
Voto iCrewers :
     

Spero almeno la sua morte sia servita ad accendere i riflettori sulla situazione del Paese ? dobbiamo parlarne ancora ed ancora ?? e tu ora riposa in pace hai, sofferto abbastanza ?

Antonio
Antonio
9 mesi fa

Su vari quotidiani on-line sulla misteriosa morte di Daniela, sembra avvalorato la tesa del suicidio, in quanto è stato trovato un un suo biglietto. Una associazione di avvocatesse femministe (Abogadas Feministas Chile) che tutela la famiglia, pro bono in quanto indigenti, riferisce tale tesi e’ acclarata dalla famiglia stessa. Comunque hanno richiesto autopsia di parte ma i risultanti non saranno a breve.
Fonte: Open on-line.

Federica
Federica
9 mesi fa
Voto iCrewers :
     

Articolo interessante. Credo, indipendentemente dalla causa della morte, che la vicenda faccia riflettere moltissimo sulla situazione attuale del Cile. Azzarderei, addirittura, che potrebbe essere spunto di riflessione aggiuntiva, in caso di suicidio.

8
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero. Commenta!x
()
x