Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Eschilo d'oro

Eschilo d’oro 2021: al Professor Guido Paduano va il celebre riconoscimento

Guido Paduano, professore della Cattedra di Filologia classica dell'Università di Pisa e traduttore delle "Baccanti", riceve dalla Fondazione Inda l'Eschilo d'oro 2021

Sei un grande appassionato di Arte e Cultura? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico?

La Fondazione Inda svolge un grande lavoro di studio, approfodimento e diffusione della cultura classica e dal 1960 premia coloro che si dedicano a questi studi con il prestigioso riconoscimento dell’Eschilo d’oro

Quest’anno L’Eschilo d’oro è stato dato al Professor Guido Paduano, che ha tradotto dal greco Le Baccanti di Euripide, messo in scena da Carlus Padrissa.

Theo Anghelopulos, Ariane Mnouchkine e Peter Stein, Vittorio Gassman, Giorgio Albertazzi, Irene Papas, Eva Cantarella, Vanessa Redgrave sono alcune delle personalità artistiche che si sono fregiate di questo titolo.

Paduano ha ricevuto l’Eschilo d’oro da Francesco Italia, Presidente della Fondazione Inda, Marina Valensise, consigliere delegato della Fondazione Inda e Antonio Calbi, sovrintendente dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico.

Il Professor  Guido Paduano, vincitore dell’Eschilo d’oro 2021

Guido Paduano, Professore della cattedra di Filologia classica presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Pisa, si è occupato sia della Letteratura che del teatro greco, con una particolare attenzione a discipline come l’estetica e la psicanalisi per le chiavi di lettura che possono fornire nello studio della cultura antica.

Ha conseguito la Laurea in Lettere nel 1967 presso l’Università di Pisa e dal 1979 al 1984 è stato direttore degli Annali della Facoltà di Lettere dell’Università di Siena.

Il suo interesse per il teatro l’ha portato ad esplorare sia il teatro greco che quello latino, mentre per quanto riguarda il teatro moderno e contemporaneo si è concentrato sul melodramma. Tra le collaborazioni con i vari registi, Paduano vanta quella con Mario Martone e Walter Pagliaro.

Attualmente dirige la rivista teatrale “Dioniso”, ma in passato ha collaborato con altre riviste di settore come «Quaderni di Teatro» e “Maia”.

Ha tradotto le opere di Eschilo, Sofocle, Euripide, Aristofane, Aristotele, Apollonio Rodio, Ovidio e Seneca, ma anche poeti latini come Catullo, Plauto e Terenzio. Ha inoltre curato le varie biografie e i  saggi critici su questi autori.

Tra i suoi saggi di maggior successo ricordiamo: Edipo, storia di un mito, la nascita dell’eroe: Achille, Odisseo, Enea: le origini della cultura occidentale (Saggi), Il teatro antico. Guida alle opere,  Il testo e il mondo-Elementi di teoria della letteratura,  La formazione del mondo ideologico e poetico di Euripide: Alcesti — Medea. (Studi di Lettere, Storia e Filosofia pubb. dalla Scuola Normale Superiore di Pisa, xxxi.) Pp. 369. Pisa: Nistri–Lischi, 1968. Paper, Follia e letteratura. Storia di un’affinità elettiva. Dal teatro di Dioniso al Novecento.

Come ultima curiosità, Guido Paduano è stato compagno di classe del filosofo Massimo Cacciari.

La Stagione teatrale di Siracusa e l’attività appassionata della Fondazione Inda rappresentano quindi un vero e proprio cenacolo intellettuale d’eccellenza da salvaguardare per mantenere vive e attive le nostre radici.

 

 

 

Conoscevi il premio Eschilo d’oro?
0 0 voto
Voto iCrewers
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Potrebbe interessarti...

Ultime notizie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0